Home » Telefonia » Quanti giga servono veramente al mese per stare tranquilli?

Quanti giga servono veramente al mese per stare tranquilli?

Di quanti giga abbiamo veramente bisogno? Me lo sono chiesto e in questo post partirò dalla mia esperienza personale raccontandovi tutti i miei consumi.

Il mercato mobile è sempre più generoso in termini di giga e, fortunatamente, anche se un po’ a rilento, la fibra ottica si diffonde sempre più. Eppure pochi parlano di quale sia il reale fabbisogno di dati di un individuo o di un nucleo familiare in Italia, considerando lavoro, internet per intrattenimento, gaming e streaming. Quanti giga sono necessari per vivere sereni e felici? Apro quindi questa discussione partendo dalla mia esperienza personale e condividerò quanti giga consumo in un mese per le mie attività.

In particolare, quando si parla di telefonia mobile, un po’ tutti gli operatori, spesso messi sotto pressione da Iliad, fanno a gara a chi offre più giga. Negli ultimi anni, quindi, abbiamo assistito a un piccolo innalzamento dei prezzi, a partire dalla prima storica offerta di Iliad da 5,99 euro al mese, per ricevere in cambio sempre più giga. Ma questa quantità di connessione dati è davvero utile ai consumatori? Quanti giga consumiamo ogni mese? Come detto, parto da me e vi racconto, in quattro righe, quali sono oggi i miei consumi come persona, come azienda e come nucleo familiare. Ma ovviamente quello che mi interessa sapere è la vostra opinione, i vostri dati: quanti dati consumate ogni mese? Raccogliete realmente questo dato? Ne siete consapevoli?

Quanti giga servono davvero? Ecco quanti ne consumo io e come

Vi dico quanti giga consumo io

Per quanto riguarda me, come connessione domestica, trovandomi fuori dalle grandi città e essendo anche un po’ distante dal centro abitato più vicino, utilizzo con piena soddisfazione, gioia e felicità Starlink di Elon Musk, quindi una connessione satellitare non proprio economica ma assolutamente efficiente. Ovviamente non la utilizzo da solo, ma questa connessione serve l’intero nucleo familiare, quindi anche mia moglie e le mie due figlie. In casa abbiamo tantissimi oggetti connessi e guardiamo la TV esclusivamente tramite rete internet. Inoltre, la mia casa è anche, per buona parte, un luogo di lavoro, per me e per mia moglie. Quindi il mio computer è sostanzialmente sempre connesso e carico ogni giorno moltissimi dati e video (come quelli che potete vedere sul mio canale YouTube).

Questa connessione, che diciamo è la mia principale fonte di approvvigionamento per internet, pesa ogni mese mediamente tra i 700 GB e 1 tera. È un dato che posso avere abbastanza preciso grazie all’area riservata di Starlink, che ogni mese indica con molta chiarezza i giga consumati da ciascun abbonato.

C’è poi il mio studio, il luogo di lavoro della mia società UpGo.it SRL, nel quale creo buona parte dei miei contenuti. Mediamente sono in studio 3-4 volte a settimana per alcune ore, per avere maggiore tranquillità e concentrarmi di più sul lavoro. Vista la mia presenza per non molte ore, ho optato per un router 4G con una SIM Iliad dati da 300 giga, una quota che per il momento mi è sempre stata più che sufficiente. Dallo studio, nonostante il mio MacBook sempre connesso e, anche in questo caso, tanto caricamento di video, testi e immagini, non riesco a sforare mensilmente i 150-250 giga. Insomma anche dal mio luogo di lavoro “ufficiale”, con una sim Iliad, arrivo comodamente a fine mese, senza preoccupazioni.

Restano poi ulteriori due SIM: una inserita nel router di casa, che utilizzo come connessione di backup in caso Starlink avesse problemi. Cosa in pratica mai riscontrata, quindi alla fine in questa SIM di emergenza consumo 0 giga al mese. E poi c’è la SIM del mio dispositivo mobile, dove consumo mediamente 50-100 giga al mese. Quindi, tutte le offerte over 100 giga, ad esempio per la mia SIM mobile, sono sicuramente sovradimensionate. Attualmente ho comunque un profilo da 200 giga che conservo solo perché mi è molto comodo quando sono all’estero, all’interno dell’Unione Europea, con un quantitativo di giga un po’ superiori alla media, che mi consentono di stare più tranquillo.

Ecco quindi il quadro completo delle mie connessioni internet e dei miei consumi medi.


Sono Fabrizio Giancaterini. Oltre al mio sito personale gianca.net curo ogni giorno questo blog, giancatech.it, nato per condividere le mie esperienze su telefonia mobile, internet veloce e connettività. Segui giancatech su Telegram qui.

Lascia un commento

Christmas Card Omnitel – Vodafone. Scende una lacrimuccia

E dopo avervi raccontato qui la storia di Omnitel, miei cari nerd, pronti ad un ulteriore salto nel passato con ...

Omnitel la storia. Vi raccontiamo la grande storia di Omnitel

In un momento importante come questo, nel quale dobbiamo prepararci all’addio al brand Vodafone, come non ricordare l’antesignano di Vodafone ...

Vodafone Italia quando sparirà?

Quando diremo veramente addio al marchio Vodafone in Italia? Di questo si è scritto parecchio e spesso, secondo me, si ...

È il momento di un giancaCaffè su Telegram. Che ne dite?

Andiamo subito al dunque: su suggerimento di qualcuno di voi, ho deciso di dare vita a un gruppo Telegram nel ...

Iliad in Europa. Bandierina messa su Svezia e Baltici

Iliad è sempre più orientata a diventare un gestore paneuropeo. L’espansione ormai è un progetto solido e la compagnia non ...

Attivare il Volte con Iliad. Bisogna usare questo modo?

C’è un comando specifico per attivare il Volte Iliad? In molti casi, no. In qualche caso, sì. Esiste infatti una ...